Menu
Close
IT

Infortunio dentario – cosa rimborsa l’assicurazione?

Denti e spese vanno a braccetto. Nel caso di danni dentari a causa di un infortunio per fortuna entra in gioco l’assicurazione – per es. quando mordete qualcosa di duro nascosto nel cibo.

Infortunio dentario
I costi del dentista sono coperti dall’assicurazione di base solo quando il danno dentario è stato provocato da qualcosa di „straordinario“. ISTOCKPHOTO

La visita dal dentista fa spesso male, soprattutto al portafogli. Chi tuttavia deve andare dal dentista a causa di un incidente, non deve poi temere tanto la fattura. Se per esempio cadendo vi rompete gli incisivi, vale come un infortunio e quindi i costi vengono coperti dalla relativa assicurazione.

 

Chi è impiegato per più di otto ore settimanali presso uno stesso datore di lavoro, è assicurato tramite l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni, per es. la SUVA. I bambini e coloro che non hanno un impiego dispongono di un’assicurazione infortuni integrata nella propria assicurazione malattie. Vale a dire che la loro assicurazione malattie si farà carico anche dei costi di eventuali infortuni, tuttavia sempre al netto di franchigia e quota-parte.

 

Abbiamo raccolto maggiori informazioni su quest’argomento nell’articolo “Chi si fa carico dei costi del mio infortunio?”.

Cos’è un infortunio?

È considerato infortunio qualsiasi influsso dannoso, improvviso e involontario, apportato al corpo umano da un fattore esterno straordinario che comprometta la salute fisica, mentale o psichica o provochi la morte (Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali LPGA art. 4).

Danni da masticazione – l’assicurazione rimborsa quando si morde qualcosa di duro?

Perché l’assicurazione possa riconoscere un danno da masticazione come un infortunio, si deve essere in presenza soprattutto del “fattore esterno straordinario”. Tuttavia quando si consumano determinate pietanze non è affatto “straordinario” rischiare di mordere qualcosa di duro o, per meglio dire, ce lo si può aspettare.

 

Torta di noci

Di fronte a una squisita fetta di torta di noci bisogna sempre prendere in considerazione che, oltre alle noci, vi si potrebbe nascondere anche un pezzetto di guscio. Se per esempio mordendola vi salta un’otturazione, il criterio “influsso dannoso, improvviso e involontario, apportato al corpo umano da un fattore esterno” è soddisfatto, tuttavia non quello dello “straordinario”, dal momento che ci si può aspettare che vi siano nella torta dei pezzetti di guscio. Per questo motivo in simili casi l’Assicurazione contro gli infortuni non può partecipare alle spese dentistiche.

 

Torta di ciliegie

Anche nel caso di una torta di ciliegie è facile che un nocciolo rimanga dentro il frutto. Tuttavia anche questo tipo di sorprese non sono affatto „straordinarie“, ecco perché i costi non sarebbero coperti dall’assicurazione.

 

Carne macinata

Per via del processo di lavorazione della carne macinata può succedere che nella carne si trovino anche dei pezzettini di osso o cartilagine. Si tratta tuttavia di qualcosa di cui bisogna tener conto, per cui chi si danneggia un dente in questa maniera dovrà farsi carico della fattura del dentista.

 

La torta dei re magi

Tutti sperano che capiti a loro, ma occhio a mordere! Infatti se il re vi rompe un dente, anche voi dovrete pagarvi i costi del dentista di tasca vostra.

 

Se il criterio dell’infortunio non è soddisfatto, e di conseguenza le assicurazioni di base e contro gli infortuni non coprono i costi, esistono però delle assicurazioni complementari che partecipano ai costi del dentista. Per esempio l’Assicurazione per cure dentarie di Sanagate partecipa a tutti i costi dei trattamenti dentari che non sono coperti dall’assicurazione di base.

 

In caso di domande su determinate coperture dei costi, contattateci. Vi auguriamo buon appetito, senza sorprese.

print
Stampa